Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

 

 

L’ Ecocolordoppler dell’Aorta Addominale consente di valutare diverse patologie specifiche dell’aorta, ed, in particolare, la presenza di placche di grasso e di calcio, di trombi, di dilatazioni aneurismatiche e di anomalie del flusso arterioso.

Il diametro dell'aorta addominale maggiore o uguale a 3 cm in genere costituisce un aneurisma dell'aorta addominale.

L'eziologia degli aneurismi dell'aorta addominale è multifattoriale, ma comunemente comporta un indebolimento della parete arteriosa, aterosclerosi.

Fattori di rischio:

  • Fumo (fattore di rischio più importante)
  • Ipertensione
  • Età avanzata (incidenza di picco a 70-80 anni)
  • Anamnesi familiare (dal 15 al 25%)
  • Razza (più frequente nei bianchi che nei neri)
  • Sesso maschile

La maggior parte degli aneurismi aortici addominali è asintomatico

Principali complicanze degli aneurismi dell'aorta addominale:

  • Rottura
  • Embolizzazione distale
  • Coagulazione intravascolare disseminata

 

L’ecocolorDoppler dell’aorta addominale è un esame innocuo e indolore perché utilizza ultrasuoni e non radiazioni ionizzanti. Pertanto non è necessario alcun consenso informato e l’esame può essere eseguito su qualunque paziente, anche più volte. L’obesità, il meteorismo intestinale e le cicatrici addominali possono compromettere l’esito dell’esame, mentre la gravidanza non ne consente l’esecuzione.