Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

 

 

Dermatologia

Introduzione

La visita endocrinologica consente di verificare la presenza o meno di patologie provocate da disfunzioni e malattie legate al cattivo funzionamento delle ghiandole endocrine.
Le ghiandole endocrine sono strutture che producono e riversano direttamente nel sangue gli ormoni. Queste molecole hanno diverse azioni e diversi meccanismi di trasmissione del segnale, andando a regolare l'attività della maggior parte dei tessuti e degli organi del nostro organismo, come tiroide,, paratiroidi, ipofisi, gonadi (testicolo nell'uomo e ovaio nella donna), surreni, pancreas ed osso.
L'alterata produzione ormonale può essere alla base di diverse patologie che, quindi, interessano l'intero corpo umano. Infatti, è possibile ritrovare una causa endocrinologica alla base di numerose patologie comuni.

 

 

Servizi

  • Visita endocrinologica
  • Visita andrologica
  • Disfunzioni della tiroide
  • Ecografia tiroidea
  • Diabetologia

Strumenti

Ecografo

 

SCIENZE DELL'ALIMENTAZIONE

Introduzione

il nutrizionista è un professionista specializzato nella nutrizione.
La formazione accademica, oltre a una formazione di base su anatomia, fisiologia, biologia, chimica e ad una formazione specifica sulla nutrizione sia teorica sia applicata alle patologie, prevede una serie di tirocini operativi presso ospedali, case di cura e strutture di ristorazione.
Questa accentuata formazione pratica sul campo rende il nutrizionista una figura estremamente operativa, in grado di applicare i principi scientifici della corretta nutrizione a qualsiasi situazione fisiologica e patologica, senza mai dimenticare l’individuo che sempre deve essere posto al centro e deve essere, quindi, protagonista di ogni intervento di educazione alimentare e dietoterapia.

Il punto di partenza per impostare un intervento di educazione alimentare corretto, efficace, pratico e duraturo è proprio la persona. Solo indagando a fondo le sue abitudini alimentari presenti, passate e il suo rapporto con il cibo si possono individuare e correggere gli errori commessi  e solo in questo modo è possibile adattare la dieta alle abitudini e alle esigenze del paziente.
Se questa parte manca o è messa in atto in modo scorretto, la dieta sarà solo un prestampato uguale a tanti altri e sarà più difficile rispettarla e quindi ottenere risultati.

Una volta indagate le abitudini alimentari, si procede con la valutazione antropometrica: vengono rilevati il peso, l’altezza, la loro evoluzione nel tempo, la circonferenza vita e molti altri indicatori che servono al professionista per calcolare la dieta in modo corretto, conteggiando le calorie e inserendo le alternative in base agli obbiettivi ed alle preferenze del paziente o in base alla sua patologia nel caso di dietoterapia.

Consegnata la dieta, il paziente viene rivisto a distanza variabile ( circa un mese) nelle visite di controllo. Lo scopo è fare il punto della situazione, vedere i risultati ottenuti ed eventualmente riadattare lo schema alimentare, il vero obbiettivo di un corretto intervento alimentare deve essere migliorare le proprie abitudini alimentari per sempre. Può sembrare strano uscire dal meccanismo:”finita la dieta, torno a mangiare come prima”. Ma il vero successo lo si ottiene rendendo la dieta perenne. Proprio per questo è fondamentale che la dieta sia stata adattata alle abitudini del paziente e che preveda le giuste eccezioni alla regola: nelle giuste quantità tutto è permesso e nulla è vietato. Soltanto mantenendo nel tempo le buone abitudini apprese è possibile davvero migliorare la propria salute ed il proprio benessere, mantenendosi in forma senza fare sacrifici esagerati e, paradossalmente, senza dieta.

L’appoggio di un esperto di alimentazione aiuta quindi tutte quelle persone che cercano nell’alimentazione uno strumento utile per migliorare se stessi in una molteplicità impressionante di modi, non solo per perdere peso ma anche, ad esempio, per prevenire quelle malattie croniche che spesso affliggono e purtroppo contraddistinguono il vivere moderno.

Anamnesi alimentare e dieta: assieme al paziente vengono indagate le sue abitudini alimentari, esaminando uno ad uno tutti i pasti. Questo passaggio è fondamentale per poter elaborare una dieta personalizzata, cioè costruita sulle necessità, sui bisogni e perché no anche sui gusti del paziente. Solo in questo modo la dieta potrà essere eseguita e messa in pratica sul lungo termine senza difficoltà. In base al peso e alle caratteristiche del paziente viene calcolata la sua dieta, partendo dagli alimenti di  base ed inserendo le varie alternative. Attenzione perché la consegna della dieta è in realtà solo il primo passo, dato che il vero lavoro inizia adesso!

Visita di controllo: durante questi incontri si discute di come stia procedendo il percorso dietetico intrapreso, si valuta l’andamento del peso, si chiariscono dubbi. Fondamentale è adattare in modo puntiforme la dieta: a seconda del peso, dell’appetito e delle esigenze si potrà riadattare lo schema alimentare.
 

Specialisti

Dr.ssa Francesca Marchignoli

Spec. Scienze della Nutrizione

Dott. Marco Mai

Spec. Dietista

Laurea di primo livello in Dietistica conseguita presso l’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia in data 13/11/2013 - Votazione: 110/110;
Tesi di Laurea dal titolo “Intervento nutrizionale per il trattamento di pazienti con sindrome delle apnee ostruttive del sonno “;

 

 

Servizi

  • Visita specialistica
  • Educazione alimentare