Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

 

 

Linfodrenaggio manuale Linfodrenaggio manuale

Linfodrenaggio manuale

Il drenaggio linfatico è un massaggio il cui scopo è quello di aiutare la linfa a circolare nei vasi linfatici. Questo sistema di circolazione è uno dei meccanismi di cui il corpo si serve per trasportare i grassi alimentari, eliminare le impurità e proteggere l’organismo.  A volte però, questo sistema non funziona come dovrebbe e la linfa ristagna. Il drenaggio linfatico manuale permette di riattivare la circolazione, favorendo il deflusso dei liquidi di scarto. 
Quali sono i benefici e le controindicazioni?
I benefici del drenaggio linfatico manuale sono molteplici:
-dà sollievo in caso di edemi, infiammazioni, ulcere e migliora la cicatrizzazione
- è raccomandato in caso di gambe pesanti e gonfie, attenua le infiammazioni dovute a insufficienza venosa cronica e riduce le microvaricosità
- è indicato in caso di stress, fisico e psicologico, perché agisce sull’intestino, base del sistema immunitario, e favorisce il rilassamento
 
 
 
 
- aiuta a combattere la ritenzione idrica e interviene efficacemente sulla cellulite, dovuta all’immagazzinamento di grassi ma anche a problemi circolatori, che favoriscono l’accumulo delle tossine.

Attenzione: il massaggio linfodrenante è controindicato in caso di tumori, infezioni, insufficienza renale e cardiaca, asma e ipertiroidismo. Evitate di farlo durante il ciclo, perché tende ad attivare il sistema sanguigno e a rendere il flusso più abbondante.
 
Come si svolge una seduta? 
Il drenaggio linfatico viene eseguito da massaggiatori specializzati. Non si tratta di un semplice massaggio, ed è proprio per questo che bisogna affidarsi a un professionista. Può essere concentrato solo sulle gambe (per esempio in caso di cellulite) o in altre zone del corpo, e può avere delle finalità estetiche (per combattere gli inestetismi legati al ristagno dei liquidi) o mediche (per esempio per attenuare edemi e gonfiori). 
 
Come funziona? 
Il massaggiatore esercita delle pressioni lente e regolari sulla pelle, dalla clavicola alle gambe passando per la regione inguinale e la pancia. Di solito si insiste sulle zone di cui avviene il ristagno dei fluidi, in base alle necessità di ciascuno. Dopo il massaggio linfodrenante, si prova una sensazione di benessere. Il corpo è interamente drenato e il senso di pesantezza scompare. Ci si sente più leggeri e a volte si avverte il bisogno di urinare, perché le tossine sono state drenate. 
 
Quante sedute sono necessarie?
Il numero di sedute e la loro frequenza varia da persona a persona; dipende dalla situazione di partenza e dai benefici che si vogliono ottenere. Mediamente ogni seduta dura circa 1 ora..