Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Idrokinesiaterapia

 

 

È l'utilizzo dell'acqua a scopo riabilitativo, dopo un trauma, un intervento chirurgico o come prevenzione.

L’acqua, se utilizzata nel modo corretto e con le caratteristiche strutturali adeguate, rappresenta un ambiente ideale in cui recuperare il movimento anche per le persone che non hanno mai nuotato e che non sono mai andate in una piscina.

Benefici dell'acqua

possiede importanti qualità fisiche:                 

  • galleggiamento (la spinta di Archimede)
  • pressione idrostatica
  • la viscosità

La spinta di Archimede rappresenta la differenza più importante tra l'ambiente acquatico e quello terrestre in quanto permette di svolgere i movimenti con carico parziale o nullo. La pressione esercitata dall'acqua agisce sul flusso circolatorio linfatico favorendo la riduzione degli edemi. Una temperatura superiore ai 30 gradi produce rilassamento muscolare, migliorando la circolazione e, insieme allo stimolo pressorio, agisce sulla percezione del dolore aumentandone la soglia. L'effetto della viscosità, infine, influisce sulla resistenza opposta dall'acqua ai movimenti. Il segmento spostato, quindi, troverà una resistenza proporzionale all'accelerazione con la quale si muove.

I benefici dati dall'acqua influiscono sui sistemi muscoloscheletrico, cardiovascolare, nervoso e respiratorio.

Gli ambiti in cui l’idrokinesiterapia trova indicazione elettiva sono molteplici:

Ortopedico
  • artroprotesi d’anca e di ginocchio
  • ernie discali, spondilodiscoartrosi
  • lesioni dei legamenti del ginocchio e dei menischi
  • lesioni della cuffia dei rotatori
  • fratture, distorsioni
  • artrosi polidistrettuale
  • lesioni muscolari e tendinee
Reumatologico
  • gonartrosi (artrosi del ginocchio)
  • coxartrosi (artrosi dell’anca)
  • malattie reumatiche
  • fibromialgie
  • spondiloartriti
Neurologico  
  • emiplegia
  • trauma cranico
  • patologie cerebellari
  • emiparesi
  • distonie
  • tetraparesi spastica
  • sclerosi multipla
  • para-tetraplegia
  • spina bifida
  • poliomelite
  • distrofia muscolare
  • sclerosi multipla
  • paralisi del plesso brachiale